Presentazione del libro "Sansür" alla libreria Ready di Roma #OccupyGezi #TayyipIstifa

Presentazione del libro "Sansür" alla libreria Ready di Roma #OccupyGezi #TayyipIstifa

  • Librerie ARION (Rome - mappa)
  • Carissimi amici, dopo la presentazione al Pisa Book Festival, a Napoli (Istituto Italiano per gli Studi Filosofici) e Torino (Centro Studi Sereno Regis di Torino), sarò a Roma per una nuova tappa della presentazione di Sansür, questa volta alla libreria Ready. Si parlerà non solo di libertà di stampa ma anche del movimento #OccupyGezi, il più vasto movimento anti-AKP che in Turchia sta guadagnando consensi in tutto il paese, un movimento trasversale che chiede maggiore democrazia ad un governo che ha imbavagliato la società turca oramai da un decennio. Ad accompagnarmi nella giornata ci sarà, oltre la direttrice della casa editrice Antonietta Benedetti, Stefano Secondino, redattori esteri dell'Ansa ed il giornalista turco Murat Cinar che collabora per diverse testate turche tra cui Birgun (giornale nazionale), Otonomlar (rivista mensile nazionale), KaosGL (rivista settimanale nazionale) e Bianet.org (rete dei giornalisti indipendenti). In Italia Murat Cinar ha scritto per Il Manifesto, E-il mensile, è uno dei fondatori del freepress mensile Glob011 e collabora con l'East Journal. Alla presentazione del libro seguirà una proiezione del cortometraggio "Disagio del piccione" di Ugur Altun. Il cortometraggio è stato realizzato nel 2011 ed è dedicato a Sait Çakır ed a tutti i giornalisti turchi in prigione.

    "Sansür" è un reportage anche fotografico che racconta il mio viaggio nelle pieghe del giornalismo turco, un mondo alle prese con una vera e propria campagna d'intimidazione da parte del governo islamico dell’AKP di Erdoğan che non ama particolarmente la stampa indipendente, la stampa curda e in generale la stampa d'opposizione. Retate, processi sommari, prove create ad hoc, per i giornalisti che criticano il potere o che cercano di scoperchiare i calderoni fumanti dei complotti ultranazionalisti ed eversivi la vita si fa sempre più dura. Molti sono arrestati o messi sotto processo mai ufficialmente per le proprie inchieste ma perché accusati di essere membri di organizzazioni terroriste (Ergenekon) o di supportare attività eversive legate al PKK, il Partito dei Lavoratori del Kurdistan. Nel libro, scritto sotto forma di mémoire fatto d'incontri, riflessioni, eventi drammatici, riporto lettere di giornalisti dalla prigione (Zeynep Kuray, Ahmet Şık, Doğan Yurdakul), conversazioni con specialisti dei media e del giornalismo (Esra Arsa della Bilgi University; Emre Kizilkaya, redattore dell'«Hürriyet»; Dogan Özgüden, ex redattore capo ed editorialista del quotidiano socialista «Akşam», in esilio da 40 anni a Bruxelles) e stralci - inediti in Italia - de «L'Esercito dell'Imam», libro confiscato dalle autorità e di cui l'autore, il giornalista Ahmet Şık, è stato incarcerato per un anno.

    Vi aspetto Giovedì 13 Giugno alle 18h30 presso la Libreria Ready (Librerie Indipendenti Arion) sita in via Cavour 255 (00199 Roma) ! Non mancate! #OccupyGezi #TayyipIstifa (Erdoğan dimettiti)!

    A presto!

    Marco

    P.S.
    Per chiunque fosse interessato a procurarsi il testo, quest'ultimo può essere acquistato online (formato solo cartaceo) sul sito della casa editrice Bianca&Volta. Ecco il link: http://www.biancaevolta.com/libri/Sotto-la-lente/0/Sansur-Censura-Giornalisti-in-turchia
    Copie del libro saranno disponibili alla vendita in occasione della presentazione.