I servizi segreti turchi finanziano Al Shabaab. E da oggi l’Italia deve un favore a Erdogan

Tutto è partito dal fascicolo d’accusa nel caso dell’omicidio dell’ambasciatore russo Andrei Karlov nel 2016 ad Ankara in cui c'era una nota estremamente importante, un malcelato tentativo da parte del governo turco di smentire un’accusa grave. L’accusa era che l’intelligence turca (MIT) già nota per finanziare gruppi jihadisti in Siria in chiave anti-Assad o anti-curda, aveva consegnato centinaia di migliaia di dollari all’organizzazione terroristica Al Shabaab in Somalia attraverso un intermediario, un ex detenuto. Coinvolto nella vicenda anche il mentore dell’assassino del diplomatico russo, oggi a piede libero, ed un potente gruppo industriale vicino al presidente turco che fa affari d’oro in Somalia. Alla luce di questi documenti anche il rapimento (e la liberazione) di Silvia Romano assume tutta un'altra valenza. La ricostruzione di tutta la vicenda su TPI.

www.tpi.it/esteri/silvia-romano-italia-favore...